Viola: maestosa e magica aristocrazia

viola
Print Friendly, PDF & Email

Oggi, nella rubrica “I Colori del Marketing”, parliamo del Viola, delle sue caratteristiche e di come utilizzarlo nella comunicazione. È il colore della regalità, dell’equilibrio e della magia.

Il viola è la fusione tra il rosso e il blu, due colori profondamente differenti, ma che insieme creano un colore magico, definito allo stesso tempo colore della vistosità e dell’ombra, equilibrio tra cielo e terra.

È intelligenza, fusione tra uomo e donna, creatività, intelligenza, stravaganza e viene spesso associato a ricchezza e nobiltà.

Il viola è un colore molto complesso ed è proprio per questo che ispira i creativi ed intriga gli estrosi. È il colore dei reali, gli unici che in antichità potevano permettersi il lusso di produrre l’inchiostro di questo colore (dato l’elevato costo) e indossarlo (sui mantelli, gli abiti e gli accessori). È il colore dell’aristocrazia, scelto dai governatori della Grecia e dai magistrati dell’Antica Roma.

Viola

Maestosità e spiritualità!

È il colore dell’ego smisurato, dell’eccentricità, della potenza e dell’anticonformismo. È maestoso, immateriale, carico di spiritualità e umiltà.

A differenza del giallo e dell’arancione, può trasmettere al tempo stesso tensione e malinconia, percezione di inadeguatezza e inaccessibilità. Può addirittura intimidire e creare un senso di scontentezza, rifiuto e fuga. Nelle sue tonalità più rossastre, viene percepito come più caldo, attivo, quasi animato e teatrale. Nelle sue tonalità più fredde (vicine al blu) diventa solenne e tranquillo.

È un colore che unisce e divide: c’è chi lo ama e chi lo odia profondamente. Proprio per questo è sempre bene far prevalere una “temperatura” dominante.

Viola: come utilizzarlo

Il viola è spesso utilizzato per calmare e rilassare. Richiama misticismo ed esoterismo ed è il colore scelto per il settimo chakra, quello che unisce corpo e spirito. È il colore dei geni e dei talentuosi, di coloro i quali hanno un estro creativo sopra la media. Come già detto prima: unisce e divide.

Per questo motivo è un colore da utilizzare con attenzione e parsimonia, in nicchie particolari e ristrette. Viene scelto, ad esempio, per tutte quelle attività legate alla cartomanzia o all’astrologia. Può essere selezionato per centri benessere, spa o nei prodotti di bellezza e per combattere l’invecchiamento. Anche su internet e nei trasporti viene scelto da diverse aziende (Yahoo!, FedEx, ecc.)

Dal punto di vista commerciale, è meglio abbinarlo al fucsia o al rosa, specie per i prodotti legati ad un pubblico femminile e giovanissimo. Nelle sue tonalità più scure, diventa incantevole, raffinato e misterioso (ottimo quindi per tutta quella serie di messaggi pubblicitari enigmatici “dico-non-dico”).

In generale, ti consiglio di scegliere questo colore se vuoi che il tuo messaggio venga percepito come “alternativo“, se stai cercando di stupire (Hallmark) o di creare mistero intorno a te. Bilancia bene le tonalità per evitare di creare un effetto malinconico e/o nostalgico.

Alla prossima!
Antonio