Sondaggi sui social: come utilizzarli al meglio

sondaggi sui social
Print Friendly, PDF & Email

Il termine forse oggi più utilizzato da marketer e addetti ai lavori è “social engagment” e i sondaggi sui social sembrano essere uno degli strumenti perfetti per generarlo.

Se volessimo tradurre queste due paroline con un’intera frase, potremmo dire che con social engagment facciamo riferimento proprio “al coinvolgimento degli utenti attivi sui social e all’interesse mostrato verso il nostro brand, prodotto o servizio, misurato tramite le interazioni con i contenuti, le pagine o le campagne sponsorizzate proposte”.

Per le aziende è fondamentale creare engagment perchè esso connette il brand, il prodotto o il servizio con il proprio pubblico target e genera un rapporto di fiducia con gli utenti.

Ma come fare a creare engagment positivo con gli utenti?

Uno dei modi più utilizzati è quello di creare sondaggi sui social, che sono capaci di catturare immediatamente l’attenzione degli utenti e di spingerli a esprimere la loro opinione.

Comunicare bene e coinvolgere: è questo l’obiettivo primario di ogni azienda che si approccia ai social per business. Tramite i sondaggi sui social, è possibile ottenere l’una e l’altra cosa, in modo pratico e veloce.

Su Facebook e Twitter è possibile creare sondaggi direttamente nei post (settando la durata dello stesso) mentre su Instagram è possibile inserire varie tipologie di sondaggio (riposta si/no, domanda aperta o barra di valutazione più/meno) ma solo nelle storie (hanno quindi una durata di 24 ore).

Su Youtube puoi addirittura scegliere se:

  • inserire un sondaggio come scheda all’interno del tuo video (e quindi chiedere feedback agli utenti in merito allo stesso);
  • creare sondaggi destinati alla community tramite l’apposita voce di menù community/discussione (disponibile e attiva però esclusivamente per chi ha un canale con almeno 1000 iscritti).

Nonostante tutti questi strumenti messi a disposizione dalle varie piattaforme online, non è comunque così facile entrare in contatto diretto con il proprio pubblico target per ottenere informazioni preziose.

Come creare sondaggi di successo sui social?

Per ottenere le informazioni che stai cercando, devi conoscere bene il tuo pubblico target e trovare il modo giusto per “fare le domande”. Soprattutto, devi evitare di improvvisare.

Creare dei sondaggi sui social, solo perché non hai nulla da pubblicare o perché non hai organizzato i tuoi contenuti nel calendario editoriale, potrebbe infatti sortire l’effetto contrario.

I sondaggi dovrebbero essere elementi aggiuntivi della tua comunicazione, che ti permettono di ricevere informazioni legate pur sempre agli argomenti trattati nel periodo di riferimento.

Cerca argomenti davvero interessanti per il tuo pubblico ma cerca di non tediare e/o tormentare i tuoi fan e follower con decine di sondaggi (sortirai anche in questo caso, l’effetto contrario).

Utilizza i sondaggi per comprendere cosa pensano gli utenti di una determinata notizia (sempre in linea con il tuo business) o per chiedere opinioni su un determinato prodotto e/o servizio.

Fai attenzione a questo ultimo punto: devi prevedere (e soprattutto saper gestire) eventuali commenti negativi che potrebbero inevitabilmente arrivare da tale attività (in MpowerMarketing spiego esattamente come fare).

Conclusione

Usa i sondaggi sui social per comprendere esattamente l’opinione dei tuoi fans e follower ma occhio a non sottovalutare questo strumento. Il consiglio che ti do è comunque quello di ascoltare attivamente le opinioni e le risposte degli utenti e modificare i tuoi contenuti in funzione delle stesse.

Non lasciare, insomma, che le risposte alle tue domande, rimangano una “lettera in bottiglia donata al mare”. Utilizzale invece per creare davvero una comunicazione efficace e un rapporto vero e autentico con il tuo pubblico target.

Alla prossima!
Antonio