Social Media Marketing: Agenzia? No grazie, faccio da solo!

Social Media Marketing Antonio Mariggiò
Print Friendly, PDF & Email

Come mai ho scelto il simpatico Flash per la grafica di questo articolo sul Social Media Marketing? Leggi sino alla fine per scoprirlo.

Qualche giorno fa parlavo con una collega (Martha Pulina, ndr) del complicato mondo del Digital Marketing e del “pensiero dei più” sui professionisti che operano nello stesso. Nello specifico, leggevo un post sul suo profilo Facebook che mi ha incuriosito ed invogliato al commento. Premetto che reputo Martha una profonda conoscitrice della materia, super specializzata (se cosi si può dire) in Instagram Adv e il suo post sulla professione del Social Media Manager, che riporto, era davvero “riflessivo”.

Post Martha Pulina

Social Media Manager: chi è?

Il Social Media Manager è quel “tipo” che passa tutte le ore dei suoi giorni sul computer, smanettando sui social network, “cazzeggiando” per cosi dire…

Già, è questo quello che pensa tantissima gente. Ed è per questo motivo che poi escono fuori anche frasi del tipo: “se si tratta di pubblicare 4 post sulla mia pagina facebook, a che serve l’agenzia o il professionista? Me lo faccio da solo e risparmio quei soldi!”

Ecco, signori, quello che ho descritto è la classica convinzione, ERRATA, di chi pensa di saper tutto ma in realtà non ha capito davvero nulla di questa Figura Professionale.

Già… Figura Professionale!

Riporto la descrizione esatta utilizzata da Wikipedia, che spiega in poche righe chi è e cosa fa il Social Media Manager:

“Il Social Media Manager è una figura professionale che si rivolge alle aziende, alle organizzazioni o alle istituzioni, ma anche a figure pubbliche e VIP che vogliono curare la propria immagine sui social network. Si occupa principalmente di realizzare una strategia di comunicazione da mettere in atto sui principali social come Facebook, YouTube, Instagram, Twitter, ecc. Gli obiettivi di un Social Media Manager possono essere diversi, ad esempio migliorare la brand awareness, l’immagine di una azienda, aumentare le vendite di un prodotto e altro.”

Com’è facile comprendere, il Social Media Manager non passa le sue ore a giocare sui social, tantomeno si diverte ad utilizzare “a caso” gli hashtag su Instagram o Twitter.

Il Social Media Manager è quel professionista che tramite una precisa strategia di comunicazione sui social network, utilizza strumenti, conoscenze e competenze per raggiungere gli obiettivi aziendali.

Punto!

social-media-antonio-mariggio

Martha, con questo post rischi di creare uno tsunami tra i fuffaioli 😂

Scherzo! Ma neanche tanto!
Purtroppo oggi tanta gente segue 2/3 Webinar da 20 min, legge 4/5 pagine di un libro e qualche rivista di settore e… 💥 bam:

🧞‍♂️ Esperto in Social Media, Consulente in Digital Marketing e (mi è capitato proprio qualche giorno fa) Insegnante in un corso online (ovviamente sino al giorno prima ho letto e risposto personalmente ad una domanda elementare del “tizio prof” fatta su di un gruppo chiuso di settore… ma questa è un’altra storia!!!)

Diciamo che i tuttologi sono sempre esistiti in ogni settore, in questo poi, non ne parliamo:
– “che ci vuole, basta pubblicare un post e metterlo in evidenza no?”
– NO! NO! …..NOOO!!!!
🤬😡

Fosse così facile ogni azienda potrebbe far da se e ogni cugggggino porterebbe risultati tangibili sempre. Ogni attività avrebbe ROI esponenziali e in pochi secondi…

📌 Nel mondo delle favole è proprio così! Nel mondo reale… no, non è così. Non lo è per niente!

Con il tempo, personalmente, ho visto tornare tanti clienti che magari allettati dal prezzo proposto dal primo fuffaiolo di turno, hanno poi speso “quello e l’altro” (oltre a perdere credibilità e far sprofondare l’immagine del proprio brand).

➡️ Credo che il nostro lavoro non sia semplice. Credo che per fare questo lavoro si debba dimenticare l’orario di lavoro, vedere oltre le cose, analizzare velocemente i dati (perché poi cambiano velocemente), essere creativo e sempre aggiornato, studiare, condividere, divulgare, comunicare, consigliare, imparare, correggere, programmare, osservare, viaggiare, rimaner chiuso in un ufficio sino a tarda sera, passar ore al telefono, creare report, conoscere software, lavorare velocemente e con scadenze continue… 😱🤯

Oh… dov’è la semplicità? Di che stiamo parlando? Hashtag? Cosa?!? 😂

Ok mi fermo… mi sono dilungato un po’, ma mi hai dato spunto per il prossimo articolo sul mio blog. Poi ti taggo!!
🤣🤣🤣

Buon weekend Martha!

Ma quale professionista: i post me li pubblico semplicemente da solo!

Chi ha letto attentamente il mio commento al post di Martha, avrà compreso bene che non si tratta assolutamente di “semplice pubblicazione di post”. I verbi messi in sequenza in quella risposta non sono affatto riempitivi o messi a caso. Rappresentano davvero quello che quotidianamente deve fare un Professionista del Digital Marketing (o nel caso specifico un Social Media Manager) per “portare a casa l’obiettivo”. Inutile enumerare le competenze e caratteristiche che deve possedere questa figura professionale, che vanno dalla capacità organizzativa alla creatività (solo per citarne due), proprio come dice Martha nel suo post.

Ma dov’è la “semplicità”. Di cosa stiamo parlando…

Se un’azienda ha degli obiettivi (tutte dovrebbero averne almeno uno) e vuole davvero raggiungerli, ha bisogno di una strategia di comunicazione che deve essere studiata a tavolino e messa in atto sui canali online giusti, selezionati e scelti dal professionista (già… lo sapete no, che i canali online devono essere presidiati e gestiti e non aperti a caso “solo perchè il competitor di turno ha l’account pinterest, instagram, twitter o pincopallo”? Elementare no?)

Troppo facile ridurre tutto alla pubblicazione dei post su Facebook

Ma le domande (“semplici” per carità) che rivolgo a quei “tutto so io” degli imprenditori, manager, AD delle mitiche ed intramontabili “aziende leader di mercato che offrono servizi a 360°” (ma va…) sono:

  • ma avete mai sentito parlare di strategia di comunicazione?
  • avete mai visto un piano editoriale di pubblicazione o un piano di marketing adv?
  • sapete che pubblicare solo prodotti, offerte, prodotti, offerte, prodotti, offerte non serve davvero a nulla?
  • sapete cos’è un pixel di facebook, come configurarlo, come implementarlo e quali dati leggere ed estrapolare dallo stesso?
  • avete mai visionato i dati prodotti dalle vostre campagne? (no… non intendo quanti like avete preso sui post…)
  • sapete come mai su google analytics i dat non corrispondono con quelli di facebook ad esempio?
  • lo sapete che la creatività del “vostro semplice post” deve avere delle misure precise?
  • lo sapete che al copy del “vostro semplice post” dovete dare un tono di voce specifico, in base al vostro target e brand?
  • e se vi dicessi: marketing, remarketing, brand awareness, lead generation, funnel, customer journey, storytelling, personas, commodity, ROI, ROAS…

 

Bah… mi fermo va, altrimenti potreste davvero far uscir pazzo il povero Google con tutte queste “semplici” ricerche! (dai lo so che ne stai cercando almeno un paio anche tu ora… 😉)

 

Flash Digital Marketing - Antonio Mariggiò

Se vuoi ottenere dei veri risultati, ti consiglio di affidarti ad un vero professionista!

Già. Penso che non ci sia altro da aggiungere. Puoi anche provare a ripararti da solo un televisore, ma spenderesti più soldi e più tempo rispetto ad un professionista. Puoi anche pensare di auto diagnosticarti una cura alla tua influenza, ma sappi che lo fai a tuo rischio e pericolo.

Un professionista ha studiato ed è in aggiornamento costante per farti raggiungere i tuoi obiettivi, qualsiasi essi siano (nei vari campi e settori). E se stai pensando a risparmiare, beh, pensa a quanto denaro dovrai sprecare per recuperare il danno dell’incompetente fuffaiolo di turno.

Vi racconto una storia, poi, prometto, chiudo l’articolo

Proprio poche settimane fa, un simpatico 50enne (lo chiamiamo Andrea tanto per dar un nome) mi ha telefonato disperato perchè chi aveva gestito precedentemente la sua pagina facebook era “sparito velocissimo nel nulla” (wow, Flash…) lasciandolo con una pagina che in poche settimana aveva si accumulato oltre 10.000 like ma che ormai da mesi, non riceveva alcun commento, like o interazione con qualsiasi tipo di post pubblicato!

Ragazzi… nessun like, commento o altro, neanche al “buongiornissimo caffè”! Nulla.

Che fare allora? Era questa la domanda di Andrea.

La mia risposta, dopo aver visionato “gli utenti” (scrivo tra virgolette perchè tra nomi russi, rumeni, arabi, pachistani, giapponesi e marziani, alcuni erano palesemente profili falsi) della sua pagina, è stata banale quanto scontata: “La chiuda. Subito. Immediatamente!” 

Andrea era basito, senza parole: “Ma come la chiuda. Ma se ho speso tanti soldi per portarla a 10.000 like? Ma scherza?”

Beh… c’è bisogno che vi dica cosa ho risposto al signor Andrea subito dopo questa domanda? No vero? 😊

 

Alla prossima gente. E mi raccomando: se decidete di affidare la comunicazione aziendale o la pagina facebook della vostra azienda a qualcuno, assicuratevi che non porti un costume rosso e giallo e che non sia così veloce nel portarvi gli “pseudo-risultati” tanto quanto lo è a prendersi i vostri soldi e scappar via per sempre! 😉

 

E tu, cosa ne pensi? Hai da aggiungere qualcosa? Aspetto il tuo commento! 😊

E tu? Cosa ne pensi?

commenti

About The Author

Antonio Mariggio'

Antonio Mariggiò – CEO&Founder Quattrocolori, Advertising Consultant, Certified Google AdWords Consultant, Digital Media Specialist, Web & Social Media Marketing Specialist. Marito di Mariagrazia. Papà di Alessandro. Creativo. Dinamico. Ottimista.