Non puoi piacere a tutti: ecco il perchè!

piacere a tutti
Print Friendly, PDF & Email

Eh già amico mio: se pensi di poter piacere a tutti, in questo articolo ti farò cambiare idea, mostrandoti quanto questa “volontà”, possa rivelarsi deleteria per te e per il tuo business.

Quando, tempo fa, mi hanno detto la frase: “Antonio, ma guarda che non puoi piacere a tutti. È impossibile, devi accettare questo e focalizzarti sul tuo obiettivo, sulle persone con cui vuoi condividere la tua esperienza, i tuoi successi, ecc.” mi sono ritrovato spaesato.

All’inizio non riuscivo ad accettare tutto questo. “Pretendevo” che il mio impegno, il mio lavoro, il mio modo di fare, fosse ben visto da tutti e quindi non accettavo il rifiuto.

Nella mia mente vi era la convinzione che fosse necessario “lavorare bene” o “essere una persona corretta” per piacere a tutti.

Mi sbagliavo! Non era così. Non potevo piacere a tutti.

Cercare di piacere a tutti e quindi, tentare a tutti i costi di vendere “alla qualunque”, è uno dei tanti errori commessi da chi usa il web per business.

Anzi, probabilmente è il principale errore commesso da tanti imprenditori, networker e professionisti che cercano di piacere a tutti e non accettano che qualcuno possa arrogarsi il diritto di dissentire (tramite commenti negativi, ecc)

Fattene una ragione amico mio: non puoi piacere a tutti, anche se il tuo impegno è massimo; anche se lavori bene, se sei corretto e se aiuti le persone. Ci sarà sempre la persona pronta a puntare il dito contro di te.

Se ti esponi, se hai deciso di far crescere la tua reputazione, se stai lavorando per posizionarti sul tuo mercato di riferimento, stai pur certo che arriverà qualcuno a dirti che “questo o quello non va bene!”

Fa parte del “gioco”. Ti diranno che sei troppo basso, troppo grosso, troppo alto o troppo magro. Punteranno il dito sulla tua dizione, sulla tua gestualità, sui tuoi capelli (per chi ne ha, lol), sulla barba e sulla camicia che indossi. Diranno che scrivi solo “caxxate” o “robe scontate” e che tu “sei uno dei tanti ciarlatani“.

Si “arrampicheranno agli specchi“, mettendo in dubbio la tua città di residenza, quella di nascita, i tuoi studi e le tue conoscenze. Lo faranno senza tregua. E non si fermeranno.

Tu? Cosa devi fare? Nulla: fregatene!

Altrimenti entrerai in un loop mentale che innesterà nella tua mente solo insicurezza, bassa autostima, difficoltà nel prendere decisioni importanti e a rapportarti con la gente. Diventerà complicato anche solo chiedere aiuto.

Te lo ripeto: lascia perdere tutto, fregatene!

Anzi, ti dirò di più. Non piacere a tutti è un bene, perchè ti permetterà di definire un piccolo pubblico di persone affini con cui dialogare e a cui offrire i tuoi prodotti e servizi.

Non puoi piacere a tutti… ma perchè?

1) Non tutti ti capiscono!

È normale che sia cosi. Non tutti conoscono il tuo progetto, i tuoi obiettivi, i tuoi sogni e la tua determinazione. Non tutti sanno quanto è ardente il tuo desiderio di raggiungere il successo. Ti crederanno pazzo e folle. Vai avanti.

Sappi che anche gli amici di Marconi decisero di chiuderlo in manicomio quando annunciò di aver scoperto il modo per inviare i messaggi attraverso l’etere, senza utilizzare fili o di altre diavolerie “materiali”

2) Sono invidiosi

Questa è un’amara realtà (per loro). La gente ti invidia perchè stai facendo qualcosa che è fuori dagli schemi. Le persone ti criticano e puntano il dito su quello che fai perchè per “loro” è impossibile anche solo pensarlo. Ti diranno che è tutto impossibile e irreale solo perchè “loro” non potrebbero mai farlo. Vai avanti.

3) Sono ignoranti

Occhio. Non è un’offesa la mia. È proprio così. Parla chi non sa. Si esprime in negativo chi ignora, chi non ti conosce, chi non si informa. Se sapessero quanto hai studiato, quanto tempo dedichi al tuo lavoro, quanta passione ci metti in quello che fai… non parlerebbero così. Tu… vai avanti!

Conclusioni

Non puoi piacere a tutti: fattene una sacrosanta ragione e inizia a respingere chi NON vuoi. Lascia perdere tutta questa “negatività”.

Scegli con chi VUOI lavorare, individua il tuo cliente ideale e parla solo con questa tipologia di persone.

Saranno loro che non vedranno l’ora di fare affari con te.

Alla prossima!
Antonio