La “Paura di Fare” di Laura… risolta in 2 semplici step

paura di fare
Print Friendly, PDF & Email

Ogni giorno ascolto storie, entro in contatto con 3 o 4 persone sconosciute a cui cerco di dare idee e consigli. Gente che ha perso da tempo la “bussola del navigare” o che non l’ha mai trovata. Persone completamente allo sbando che si dividono, sostanzialmente, in due grandi categorie: quelli che si lasciano guidare… e quelli bloccati, ovvero quelli che hanno “paura di fare”.

Lo sai che la “Paura di Fare”… ti fa perdere soldi?

Si, quello che ti dico… lo penso davvero. Ieri pomeriggio, ne ho avuto la conferma. Oggi ti racconto la storia di Laura (la chiamerò così), una brillante donna di 45 anni, splendida mamma di due figli, timida ma motivata quanto basta, con tutte le carte in regola per “far numeri” e raggiungere velocemente gli obiettivi insomma.

Ha un sogno nel cassetto: non vuole più lavorare “da dipendente”. Non ambisce a salire su palchi prestigiosi o a raccontare la sua storia davanti a centomila persone. Vuole semplicemente godersi i propri figli, lavorando da casa. Vuole finalmente ottenere quella tranquillità e quella serenità che merita!

“Non ho intenzione di tornare a “badgeare” – mi ha detto con tono determinato e sicuro“voglio realizzare qualcosa di mio”

Da qualche mese ha deciso quindi di aprire un codice in un’azienda che le permette di lavorare da casa. Si è “lanciata” nel network marketing, quel magico mondo in cui tutto è possibile, quello in cui (le hanno detto):

“ti bastano pochi minuti al giorno, contatti qualche persona in chat, comodamente seduta sul divano, giocando con i bimbi… et voilà, les jeux son faits”

Tra il dire e il fare? Il mare e… la paura!

Sembrerebbe la storia perfetta, la fantastica fiaba della mamma che grazie al potere magico di alcuni messaggini, riesce a vendere centinaia di prodotti e reclutare “millemila” persone nel team. Ovviamente le avevano detto “una chiacchera”: altro che messaggini, altro che “qualche minuto“.

“Qui c’è da trottare seriamente” – dice Laura – “lavorando tutto il giorno su internet! Bisogna sapere esattamente cosa fare, non si può procedere per tentativi! Il rischio di sbagliare è troppo alto…”

Ma quindi? Come fare?

Laura in questi mesi non si è demoralizzata. Ha cercato qualcosa online: video, tutorial, libri e ha investito i suoi risparmi in alcuni “corsetti da 3/4 ore”. Il risultato di queste azioni? Un completo disastro.

Oggi Laura è bloccata. Ferma più di prima, perché quello che le hanno fatto spendere (tanti soldi) non le ha poi portato le giuste “soddisfazioni”. Ferma con mille app, software, conoscenze frammentate su FB Ads, Google Ads… Ma mai nulla di organizzato. Nulla che le abbia davvero permesso di comunicare come si deve e di iniziare ad attrarre a se i suoi potenziali clienti.

Voglia di fare… bloccata dalla paura di sbagliare (ancora)!

Durante la chiacchierata è emersa tutta la volontà di fare di Laura, tutta la voglia di spostarsi “dall’altra parte del fiume” ed iniziare ad avere una Comunicazione Professionale. Purtroppo, però, è emersa anche quella dannata “Paura di Fare”, quella di sbagliare nuovamente, quella di investire ancora senza avere alcun risultato, quella di spendere inutilmente del denaro (che in formazione, inutile poi mai non è…)

È combattuta, Laura. Come un pugile alle corde, aspetta di comprendere come muoversi cercando, intanto, di non “andare al tappeto”.

  • Rimanere fermi non serve a nulla (non ha proprio senso).
  • Aspettare che qualcosa cambi “da sola”… è impensabile.
  • Attendere vuol dire solo perdere ancora tempo… e soldi!

Già, soldi. Perchè in questo momento Laura sta facendo da autodidatta un’attività che le sta producendo ovviamente pochi risultati, ma che se fatta “come si deve”, potrebbe effettivamente darle ciò che cerca e merita, in termini di visibilità, soddisfazioni e, ovviamente, anche di guadagni.

È difficile accettare una simile situazione. È spiacevole vedere persone potenzialmente valide, ferme al “pit-stop” per colpa di esperienze passate del tutto negative. Imprenditori, professionisti e networker che si precludono l’opportunità di cambiare, e di svoltare.

“Paura di Fare”? Usa le domande!

Beh, io credo che ognuno di noi abbia a disposizione una strumento fantastico che sono le: DOMANDE. Domande per toglierti i dubbi, per eliminare le incertezze. Domande… tante domande!

Perchè, chiedere informazioni specifiche a chi ti sta proponendo qualcosa, vuol dire ricevere esattamente la risposta a quel dubbio che ti sta bloccando, a quella perplessità che si è posta tra te e il tuo obiettivo.

Distruggi le paure, in due Semplici Step:

STEP 1

  • Fai domande
  • Ascolta le risposte
  • Continua a fare domande
  • Continua ad ascoltare le risposte
  • Crea ancora nuove domande
  • Si, esatto! Ascolta ancora… le risposte

STEP 2

  • Leggi cosa dicono gli altri sull’azienda
  • Guarda i commenti e la storia dell’azienda
  • Osserva quello che sta facendo e come si muove
  • Studia ogni singolo aspetto dell’azienda e della sua comunicazione

È tutto qui. Se chi c’è dall’altra parte ti sta dando tutte le risposte ai tuoi quesiti, se pensi che quelle risposte siano autentiche, vere e capaci di risolvere i tuoi problemi… beh.. perché avere paura? Perché farti condizionare da quello che ti è accaduto in passato, quando hai preso “la fregatura” perché non hai fatto le giuste domande che andavano fatte?

La “Paura di Fare”… ti fa perdere soldi!

In questo momento, attendere vuol dire solo… perdere soldi.
Perdi soldi perchè:

  • provi a far tutto solo (sai quanto ti costa questo?)
  • sprechi denaro in tentativi
  • non ottimizzi la spesa

Sono anni che curo la comunicazione a professionisti e imprenditori e posso assicurarti che “gli euro” che ho visto “lasciar sul tavolo”, solo perché alla base non vi era una vera e propria strategia di comunicazione, sono davvero tanti.

È la solita, vecchia storia di tutti gli imprenditori che hanno ottimi prodotti ma che non hanno la minima idea di :

  • come promuoverli
  • dove trovare i potenziali clienti
  • come attirare la loro attenzione
  • cosa fare per “vendere senza vendere”.

Se hai davvero voglia di “spostare” l’attenzione dei tuoi potenziali clienti su di te e iniziare a vendere grazie ad una comunicazione veramente efficace… devi avere una strategia perfetta, devi seguire tutti gli step che ti permettono di attrarre a te i potenziali clienti.

Conclusioni

Tutti i più grandi imprenditori di successo, inizialmente, hanno attraversato periodi difficili. Ma poi cosa hanno fatto? Si sono “rimboccati le maniche”, non hanno smesso di credere nel loro sogno, si sono formati a dovere e ce l’hanno fatta. 

Anche tu puoi e devi farcela. Ma devi volerlo davvero. Smettila di cercare scorciatoie (che non ti serviranno a nulla se non a perdere tempo e soldi). Segui i miei step, abbatti le tue “paure di fare”, impara a comunicare in modo professionale e creati una strategia perfetta per attrarre i potenziali clienti sui tuoi prodotti e servizi.

Alla prossima!
Antonio