Colori: come attrarre e persuadere nuovi clienti

colori
Print Friendly, PDF & Email

È possibile influenzare le scelte dei consumatori tramite i colori? La risposta è SI perchè i colori sono, sostanzialmente, sensazioni e riescono a condizionare la decisione finale di acquisto di un prodotto o servizio.

I colori hanno un potere immenso ed è il motivo per cui, nel marketing e nella pubblicità, si ricorra frequentemente ad uno studio preliminare e approfondito per scegliere quali utilizzare in un messaggio pubblicitario, nella comunicazione generale dell’azienda o per rendere riconoscibile immediatamente un brand.

I colori influenzano qualsiasi scelta, anche quella che può sembrare apparentemente razionale per un cliente. È un dato di fatto. L’uso sapiente degli elementi visivi (come forme e colori appunto), può far percepire al consumatore emozioni diverse.

Se una persona, può associare un colore a un’emozione o a uno stato d’animo, allora è vera l’affermazione che “vedere un colore, permette di richiamare la stessa emozione e lo stesso stato d’animo”.

Pensa ad esempio alla differenza tra colori caldi e colori freddi e alla loro distribuzione nei centri commerciali. Pensa ai centri estetici e al colore delle pareti di ogni singola stanza. Pensa ai negozi di abbigliamento, alla moda, ai siti internet e ai social. Il colore gioca un ruolo fondamentale ovunque.

I colori vengono utilizzati per attrarre l’attenzione.

Ogni azienda e professionista che si rispetti, dovrebbe lavorare costantemente sulla propria comunicazione, con l’obiettivo di creare relazioni con i consumatori e non solo con quello di finalizzare vendite (per quanto queste rappresentino il fine ultimo di qualsiasi attività commerciale e sanciscano la sopravvivenza sul mercato)

Per creare relazioni bisogna prima persuadere il proprio potenziale cliente, attirando la sua attenzione e comunicando poi correttamente con lui.

Il colore gioca un ruolo fondamentale in tutto ciò e associato al tuo brand è uno strumento essenziale per farsi notare, riconoscere e scegliere: in poche parole, se riesci a centrare il giusto mix tra colore e personalità del brand, colpirai sicuramente l’attenzione del tuo pubblico target.

Come scegliere i colori da utilizzare nella propria strategia di marketing?

Partendo dal presupposto che non esiste una vera e propria regola generale che possa essere valida in ogni situazione, è bene però comprendere che solo la profonda conoscenza del tuo potenziale cliente (e dell’utenza media della tua attività) potrà aiutarti a scegliere correttamente il colore da utilizzare nella tua comunicazione.

Oltre ai vari significati che vengono associati ai colori (che analizzerò nello specifico nella rubrica “I Colori del Marketing”, pubblicando ogni giovedì un nuovo articolo per colore), è possibile tenere in considerazione, ad esempio, le diverse preferenze di colore legate al sesso del nostro interlocutore (e l’approccio conseguente che donne e uomini hanno al colore).

Da uno studio di Joe Hallock “Color Assignment” emerge che:

  • il blu è il colore preferito da entrambi i sessi
  • il verde è al terzo posto sia per gli uomini che per le donne
  • il viola piace tanto alle donne e per niente agli uomini
  • l’arancione e il marrone sono i meno apprezzati da entrambi

Sempre dalle statistiche, si evince che le donne apprezzino più i colori tenui e chiari mentre il sesso maschile preferisca colori brillanti e i toni più scuri.

Conclusioni

Sappiamo che per farci scegliere dobbiamo distinguerci e farci notare. È chiaro quindi che scegliere e utilizzare correttamente i colori, può darci o meno un vantaggio competitivo notevole.

Il mio consiglio è quello di studiare bene il proprio cliente ideale e utilizzare un colore congruo al tipo di messaggio che si vuole veicolare e al brand. Cerca comunque “l’elemento differenziante” e tieni sempre in considerazione il significato associato in generale ai colori:

  • Rossopassione, pericolo e urgenza
  • Blusicurezza e fiducia
  • Gialloottimismo e chiarezza
  • Verdeserenità, crescita e ricchezza
  • Rosadelicatezza e femminilità
  • Arancioneaggressività e energia
  • Neropotenza e lusso
  • Violamistero, saggezza e regalità
  • Oroeleganza e ricchezza

Ricorda che il nostro cervello memorizza più facilmente tutto quello che si distingue “dal coro”: dovresti quindi puntare a qualcosa che ti differenzi dai tuoi concorrenti.

Alcuni esempi? Se ti occupi di beauty e bellezza, utilizzare solo il rosa potrebbe non essere l’opzione migliore, così come se ti occupi di prodotti eco sostenibili, il solo verde potrebbe non essere la scelta più appropriata.

Ma come già detto, analizzerò nelle prossime settimane tutti i colori e le possibili associazioni nella rubrica “I Colori del Marketing”, così da poterti aiutare nella scelta del mix perfetto, per creare una comunicazione davvero efficace!

Alla prossima!
Antonio