Arancione: divertente stimolo per far fare azione

arancione
Print Friendly, PDF & Email

Per la rubrica “I Colori del Marketing”, oggi parliamo dell’Arancione, delle sue caratteristiche e di come utilizzarlo nella comunicazione. È il colore dell’alta eccitazione, della spontaneità e dell’ottimismo.

L’arancione è la fusione tra il rosso e il giallo, che dona energia e forza a tutti coloro che ne entrano in contatto. L’arancione è il colore che stimola la conversazione e la socializzazione tra persone, incoraggiando la spontaneità e l’impulsività.

In presenza dell’arancione si attivano stimoli sia a livello fisico che mentale. Non è un caso che i bambini ne siano fortemente attratti. Se dovessimo associarlo a una parola, sicuramente la più appropriata sarebbe “tramonto”: bello da vedere, luminoso, gioioso e caldo.

L’arancione ispira il buon umore, il divertimento e l’altruismo. È il colore dello scherzo (Halloween), della vivacità e dell’euforia, capace di portare con sé la freschezza della gioventù, la voglia di esplorare, la necessità di rinnovarsi. È aggregazione, vita sociale e libertà. Si potrebbe definire come la “voglia di vivere e divertirsi”.

Solo positività e ottimismo!

L’arancione è l’unico colore dello spettro a non presentare poli negativi.

È empatico, coraggioso e ambizioso. Ottimo per comunicare positività e ottimismo, in modo amichevole e soprattutto a un pubblico adolescente (Fanta, SoundCloud). È versatile, stimola la concentrazione e l’attenzione. È avventura (Overland), scoperta, dinamismo, velocità e novità (TNT, Firefox).

L’arancione è legato inevitabilmente anche all’autunno, alle foglie che cadono, alle braci scoppiettanti del camino, al calore, alla terra e al raccolto. Profuma di arancia ed è vellutato e delicato come la buccia dell’albicocca.

Arancione: come utilizzarlo

L’arancione, così come il blu, è un colore molto diffuso e utilizzato ma a differenza di quest’ultimo, colpisce direttamente i centri emotivi dell’interesse, aumentando i tempi di permanenza del soggetto sugli stimoli proposti.

È brillante, sgargiante, capace di spingere all’azione ed è per questo utilizzato spesso nelle call to action, nelle indicazioni, nei cartelli, insegne e, in generale, nel packaging.

Scegli l’arancione per far fare qualcosa ai tuoi potenziali clienti. Usalo in abbinamento con il nero o il blu (Amazon), così da “bilanciare” il risultato finale e ottenere il massimo dal suo utilizzo.

Evita l’abbinamento con il giallo (molto simile per tonalità e significato) preferendo, semmai, l’abbinamento con il marrone. Sceglilo se vuoi comunicare ad un pubblico giovane, in modo dinamico e veloce. Abbinalo, infine, al verde, se il tuo prodotto e servizio è inerente a prodotti biologici e/o naturali.

In generale, scegli questo colore se il tuo messaggio è dinamico, grintoso e se invita all’acquisto, magari su un e-commerce. Grazie all’arancione, avrai così una chance in più, per ottenere l’azione desiderata e generare una conversione.

Alla prossima!
Antonio